Vuoi unirti a noi, saperne di più, sostenere l'Associazione?

A.P.E. Lecco

Associazione Proletari Escursionisti

  • Home

APE vola!

Lecco, 30 dicembre 2017

L’A.P.E. LECCO, dal nuovo anno propone l’iniziativa APE VOLA.
Rivolta alla famiglie, APE VOLA, con cadenza mensile, solitamente la seconda domenica del mese, proporrà delle escursioni, inizialmente molto semplici, alla portata di tutti, nonni e piccini, poi, in base al numero dei partecipanti ed al periodo dell’anno, anche più impegnative ma comunque adatte a nuclei famigliari con bambini.
Di volta in volta, sul sito dell’ APE LECCO e sulla pagina facebook, si troverà la proposta del mese.

APE VOLA non è un corso escursionistico, è solo l’opportunità di passare una giornata in compagnia, in luoghi anche poco conosciuti ma comunque molto belli.

Resoconto della 30a “Sgambata”

Oggi si è svolta la “SGAMBATA MAGGIANICO/CAMPOSECCO/MAGGIANICO”, gara di corsa in montagna, di circa 8 chilometri, con partenza dall’Oratorio Maschile di Maggianico, transito dalla Baita Corbetta di Camposecco, sulle pendici del monte Magnodeno, e ritorno a Maggianico.

Dopo due mesi di tempo straordinariamente bello, l’autunno è cominciato proprio oggi mandandoci tutta l’acqua che il cielo da tempo tratteneva. Nonostante il tempo veramente inclemente, ben 108 Atleti si sono presentanti alla partenza, provenienti anche dalle province di Bergamo, Como, Milano, Monza Brianza e di Sondrio. In 106 sono riusciti a tagliare il traguardo in tempi decisamente ben inferiori al tempo limite di 1 ora e 30 minuti.

Tag: , , , ,

Continua a leggere

Cambio temporaneo giorno di apertura

Si avvisa che l’apertura della sede avverrà nelle seguenti serate:

venerdi 20 ottobre
venerdi 27 ottobre
giovedi 2 novembre

In seguito saremo in sede sempre il venerdi.

 

Per informazioni:
COLOMBO FLAVIA tel.338/1188346
ALDEGHI GIUSEPPE tel.0341/497602

Comunicato

Il Consiglio A.P.E. – LECCO, esprime massima solidarietà al Socio MAURO CARIBONI, che dopo 25 anni di ottima gestione del Rifugio Rosalba in Grigna, a pochissimi anni dalla pensione, viene “congedato” (lasciato senza un lavoro), dal CAI Milano, proprietario del Rifugio.
Ad un recente convegno il CAI Milano ha ribadito che “Il compito di un rifugista non è quello di far profitto, ma incentivare la frequentazione della montagna perché rende l’uomo migliore”. Parole sante: Mauro si è sempre mosso in tale direzione, ma non ha ricevuto nessuna considerazione né gratitudine.
Si ritiene che le politiche gestionali del CAI Milano contrastino con la solidarietà e l’umanità che le persone di montagna dovrebbero avere, e questo non è certamente un buon esempio per le generazioni future.
A Mauro si augura di trovare il più presto possibile una nuova gestione.

 

APE – LECCO

Le altre sezioni